I miei arruffati pensieri

non possono uscire

e rimangono lì

prigionieri

della mia mente

mentre vorrebbero andare,

spaziare

Rimangono lì

ingabbiati  

tra elucubrazioni mentali,

mi guardo attorno

e vorrei

aprire lo sportello

che blocca la mia testa

Potrei farlo

ma non voglio,

o forse non ho il coraggio

Dovrei scrivere,

ma cosa diavolo scrivo

se quello che dico

non interessa alla gente – e chissenefrega

di parole dolci

che accarezzano il cuore,

di pensieri banali

che appiattiscono le menti

Sono incazzato

e resto in questa gabbia

che non mi fa volare.

 

© Franco Duranti – 4 luglio 2017