I tuoi occhi distratti mi seguono furtivi,

mentre fingo di non capire

il tuo chiaro messaggio.

E allora nascondo il mio impaccio

voltando lo sguardo 

Capisci il mio vagare randagio

ma continui a cercare i miei occhi.

Il mio cuore capisce, sobbalza, traballa.

Rimbalza.

Non posso fingere ancora

Mi sfiori la mano, e tremante la trovi

in mezzo alle altre. Ti cerco,

e col cuore in subbuglio capisco

La prendo, la bacio, sussulti

È inutile fingere ancora.

© 2014 Franco Duranti